Il cammino con la malattia cronica: il percorso verso l’accettazione

03 febbraio 2018



Descrizione

Le malattie croniche si costituiscono sempre più come una delle principali cause di invalidità e morte nella moderna civiltà occidentale. Esse hanno un importante impatto psicologico ed emotivo, sia sull’individuo che ne è affetto, sia sul suo contesto sociale. Nel 2015 il 69,9% della popolazione residente in Italia (fonte ISTAT) da un giudizio positivo sul proprio stato di salute, mentre il 38,3 % dichiara di essere affetto da almeno una malattia cronica. Tali patologie presentano caratteristiche peculiari che le differenziano dalle patologie acute. In particolare, nelle malattie croniche lo sviluppo è incerto e imprevedibile fin dal principio: chi ha una malattia cronica abita uno spazio tra salute e malattia difficile da definire, i sintomi possono comparire all’improvviso, causando uno sconvolgimento nella quotidianità della persona, o gradualmente, passando per normali segni di invecchiamento fino a quando non causano un notevole grado di disagio e disabilità; molto spesso, poi, si verifica un’alternanza di periodi di relativo benessere e periodi di riacutizzazione dei sintomi e questo contribuisce al clima di incertezza e impossibilità a prevedere e controllare il decorso della patologia (e quindi la propria vita).


Siamo abituati a pensare che la guarigione sia sinonimo di scomparsa della malattia ma se così pensiamo allora una malattia cronica, una disabilità permanente, una malattia degenerativa, una malattia incurabile diventano difficilmente accettabili.


“Un marinaio non può controllare una tempesta, ma può affrontarla con successo agendo sulla velatura della propria barca”.


Analogamente la malattia cronica sconvolge la vita ed è difficile controllarla, ma è possibile affrontarla agendo sulla propria “velatura”, ovvero sulle proprie risorse fisiche, psicologiche ed emotive. Accettare la malattia, abbandonare l'idea della completa guarigione significa condividere il proprio cammino con un compagno di viaggio spesso scomodo di cui però non possiamo liberarci: questa è la grande sfida.


Il corso offre la possibilità di dare uno sguardo al processo di elaborazione della malattia, utilizzando gli strumenti di supporto del counseling al fine di favorire nelle persone un nuovo equilibrio, un nuovo adattamento, che ne favorisca la crescita e lo sviluppo. Particolare spazio verrà dato al lavoro sull’accettazione. Secondo il modello psicosintetico, accettare significa “collaborare con l’inevitabile” ed da questo punto di vista che lavoreremo, al fine di comprenderne e affrontarne il processo.


Costo: € 80,00


Per partecipare è necessario essere soci di CSCP e versare una quota associativa annuale di € 50,00


Il corso è riconosciuto da AssoCounseling come aggiornamento professionale per counselor e prevede l’acquisizione di 8 crediti formativi.



Sabato 3 Febbraio 2018, orario 9.00 - 18.00



Presentazione del corso, del docente e dei partecipanti


Parliamo di malattia: brain storming


Il percorso emotivo della malattia


Lettura e analisi del brano "La stanza dei reni artificiali"


Come mi rapporto alla malattia?


13.00-14.00 Pausa pranzo


Ostacolo o opportunità?


Saper accettare


Come si pratica l'accettazione


La resilienza


Il labirinto


Condivisione e conclusioni



Sarà rilasciato un attestato di partecipazione.


Il corso si attiverà al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.


Per informazioni e iscrizioni: info@cscp.it - 055/294670

Cinzia De Rossi

Cinzia De Rossi è infermiera e professional counselor a indirizzo psicosintetico iscritta ad AssoCounseling.

- Online cliccando sul tasto “Iscriviti” che trova in alto e in basso su questa pagina e seguendo la procedura;

- Recandosi di persona presso la segreteria organizzativa sita in via Ricasoli n. 7 a Firenze, dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle ore 14:00 alle ore 18:00. La informiamo che presso la segreteria è possibile pagare mediante contanti o assegno, oppure presentando copia dell'attestazione di bonifico effettuato;

- Inviando all'indirizzo mail info@cscp.it copia dell'attestazione di bonifico effettuato a nostro favore e il modulo di iscrizione (presente più in alto nella pagina) debitamente compilato.

 

Il codice IBAN al quale effettuare il pagamento è il seguente, intestato a “CSCP Centro Scuole Counseling e Psicoterapia”: IT 57 Z 02008 02837 000040681545

 

Prima dell'acquisto, si raccomanda di leggere attentamente la Normativa Acquisto Corsi.


Iscriviti